Caldaia Vaillant Blocco motorino fumi

caldaia vaillant blocco motorino fumi

Blocco motorino fumi: caldaia Vaillant non parte

Quando un cliente ci contatta denunciando un blocco alla caldaia, telefonicamente non siamo purtroppo in grado di fornire diagnosi a causa del vasto numero di situazioni anomale che lo provocano . Di seguito, invece, proviamo a fornire spunti utili provenienti dal caso reale di un nostro cliente. Con i nostri servizi di assistenza tecnica alle caldaie, infatti, operiamo a domicilio in diverse città Italiane

Cos’è il motorino per l’estrazione dei fumi della caldaia

Come tutti sappiamo le caldaie, nel produrre acqua calda utile al riscaldamento delle abitazioni, producono anche sostanze di scarto che vengono espulse sotto forma di fumo da un’apposita canna fumaria. Per essere incanalate verso la canna fumaria è necessario un motorino per l’estrazione dei fumi della caldaia. Tale motorino, denominato anche estrattore dei fumi o ventilatore, è una vera e propria ventola di dimensioni ridotte che spinge i fumi di scarto verso l’esterno.

La sua funzione è di sicurezza, se i fumi si accumulano, infatti, si va incontro al rischio di esplosione. Qualora venga rilevato un accumulo di fumi nell’impianto le caldaie sono progettate per bloccarsi, in maniera da garantire la sicurezza dei suoi utilizzatori. Per tale ragione è assolutamente sconsigliato manomettere il motorino di estrazione, consigliabile è invece contattare un tecnico specializzato che sappia intervenire adeguatamente senza compromettere la sicurezza dell’impianto.

Tornando al nostro motorino, il suo funzionamento è strettamente legato al pressostato fumi della caldaia. Il pressostato ha il compito di rilevare la differenza di pressione tra prima e dopo l’avviamento dell’estrattore. Il dato rilevato viene quindi inviato alla scheda madre, se è nella norma la caldaia si avvia normalmente, se invece il valore risulta fuori norma la caldaia va in blocco e non si avvia.
Solitamente il motorino di estrazione dei fumi della caldaia presenta guasti legati alla sporcizia. Le sostanze di scarto, infatti, tendono a depositarsi e a lungo andare a impedire la normale funzione della ventola. Altro luogo in cui la sporcizia si annida sono i tubicini di collegamento con il pressostato. L’intervento necessario, sempre da parte di mani esperte, è fondamentalmente di pulizia. Se, come nel caso che vi abbiamo presentato, anche così non si dovessero avere risultati, allora è il motorino ad essere compromesso. In tal caso è necessaria la sua sostituzione, affinché la caldaia torni a funzionare correttamente e in tutta sicurezza.

La richiesta di Assistenza al Blocco della caldaia

Al primo contatto telefonico il cliente ci ha parlato del blocco della caldaia e che l’errore segnalato era relativo all’assenza di acqua. Il tecnico si è recato presso l’abitazione del cliente per verificare quale potesse essere il guasto. Al controllo della pressione, però, è risultato tutto regolare. A presentare problemi era invece il motorino per l’espulsione dei gas di scarico, che non funzionava correttamente. Abbiamo provato un’iniziale riparazione, che però non ha dato i risultati sperati, motivo per cui abbiamo proceduto con la sostituzione del pezzo.

Potrebbero interessarti anche:

Menu